Acli Parabita » Archive » Piano Regionale per il lavoro Puglia: incentivi assunzione disoccupati
Acli Parabita

Piano Regionale per il lavoro Puglia: incentivi assunzione disoccupati

Il Piano straordinario per il Lavoro della Regione Puglia ha presentato oggi, 7 giugno 2011, il nuovo bando «Dote occupazionale», studiato per chi ha perso un lavoro da almeno sei mesi, i disoccupati, le donne, gli immigrati ed i disabili (disoccupati e inoccupati), purché residenti in Puglia, cittadini italiani o comunitari o con soggiorno regolare se stranieri che partirà il 20 giugno 2011.


Secondo il bando, il datore di lavoro che si impegna ad assumere nuovi lavoratori a tempo indeterminato (part time o a tempo pieno) con il contratto in esso previsto, riceve per un anno dalla Regione Puglia un contributo minimo: del 30% degli stipendi lordi per disoccupati, inoccupati e immigrati senza lavoro; del 40%, se si tratta di donne; del 75% se sono disabili.
L’incentivo riguarda solo l’assunzione di nuovi lavoratori, a condizione che non si licenzi o non si sia licenziato altro personale.
È prevista la decadenza dal beneficio in caso di licenziamento, eccetto che per giusta motivazione, entro almeno 36 mesi dall’assunzione.
Sono previsti, inoltre, particolari aumenti di contributo in determinati casi, come per i disoccupati e le donne che hanno partecipato a progetti come «Ritorno al futuro» e «Borse di ricerca», corsi di formazione regionali e nazionali oppure a dottorati finanziati dalla Regione Puglia hanno diritto ad un ulteriore 20% (disoccupati), un ulteriore 10% (donne), fino ad un massimo per tutte e tre le categorie del 50%, per un aiuto massimo di € 20.000 per ciascun disoccupato o donna, di € 30.000 per i disabili e di € 12.000 per gli immigrati.
I soggetti molto svantaggiati, fra cui i disoccupati da più di 24 mesi e coloro che non hanno mai lavorato, l’incentivo può avere una proroga di due anni.
Per gli immigrati, è prevista una distinzione. L’assunzione di rifugiati o richiedenti asilo dà diritto ad un contributo del 30% degli stipendi lordi, mentre quella di donne del 40%. Per gli immigrati residenti e disoccupati da più di sei mesi valgono le stesse premialità previste per i percorsi formativi nelle altre categorie.
L’incentivo sarà accessibile alle imprese di ogni dimensione, alle cooperative, ai consorzi di piccole e medie imprese ed alle organizzazioni no profit con sede legale o produttiva in Puglia.

2 risposte a Piano Regionale per il lavoro Puglia: incentivi assunzione disoccupati

  1. Daniele says:

    Sono stato in mobilità per 4 anni .ho fatto i corsi della regione per avere 500 Euro per sei mesi.e da circa due anni non c’è niente per noi che siamo in queste condizioni.E mai possibile che siamo abbandonati in queste condizioni.Ho 62 anni come faccio ad arrivare alla pensione? Ho il diploma di perito tecnico

  2. Daniele says:

    Ancora nessuna risposta da parte vostra in merito ala lettera del 11 agosto .Ripeto :si può sapere qualcosa sulla nostra situazione.aAnni 62 in mobilità per4 anni ,un corso di 6 mesi per avere 2500Euro.Il corso e andato a buon fine con esito positivo.
    Adesso sono trascorsi alcuni anni e nessuno ci dice cosa fare.Anche l’ufficio del lavoro non sanno cosa fare.Gradita una vostra risposta .Cordiali saluti Casaluci Daniele

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


6 + 5 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


Categorie
Archivi
Cerca:
sostieni-acli-parabita