Acli Parabita » Archive » Assegno disoccupazione ASDI
Acli Parabita

Assegno disoccupazione ASDI

E’ stata pubblicata il 3/3/2016, la circolare INPS n. 47 che regola il nuovo assegno di disoccupazione ASDI.

Possono richiedere l’ASDI i lavoratori che hanno già beneficiato della Naspi per l’intera sua durata (fino al 31/12/2015) e che si trovano ancora privi di occupazione e in condizione economica di bisogno.
Nel suo primo anno di applicazione, l’ASDI è prioritariamente destinata ai lavoratori appartenenti ai nuclei familiari con minorenni e/o ai lavoratori prossimi al pensionamento (più di 55 anni). La domanda va inoltrata telematicamente all’INPS entro 30 giorni a partire da quello successivo alla data di completamento della fruizione della Naspi. Tuttavia, chi ha già esaurito la Naspi per averne beneficiato nel periodo fra l’1/5/2015 ed il 3/3/2016, per inviare la domanda avrà tempo fino al 2/4/2016 (quindi, 30 giorni dalla pubblicazione della circolare).
Per poter fruire dell’ASDI, gli interessati, oltre che disoccupati e in condizioni economiche di bisogno (necessaria un Isee con valore pari o inferiore a 5.000 euro), devono anche aver sottoscritto un patto di servizio personalizzato con il competente Centro per l’Impiego, senza il quale l’Inps non provvederà all’erogazione dell’assegno.
Entro il tetto delle risorse disponibili, l’ASDI è erogata mensilmente per un massimo di 6 mesi, che decorrono dal primo giorno seguente a quello in cui è finita la Naspi. Esiste anche un limite massimo di durata: non potrà avere il sostegno economico chi lo ha già ottenuto per 6 mesi o più nell’anno che precede la fine della Naspi e lo stesso dicasi per coloro che, nei 5 anni precedenti la medesima data (cioè quella in cui si è conclusa l’erogazione della Naspi), hanno accumulato 2 o più anni di ASDI. Per il calcolo occorre partire dalla data in cui il soggetto interessato ha percepito l’ultima tranche di Naspi e si deve retroagire per 12 mesi e per 5 anni e verificare se i limiti sono stati superati. Se la Naspi è di breve durata e la sua definizione va oltre il termine previsto per inviare la domanda, allora i 30 giorni decorrono dalla data di definizione della Naspi stessa.
L’assegno è compatibile con molti trattamenti assistenziali (per esempio, indennità a invalido/cieco civile o sordomuto) e con alcuni trattamenti pensionistici (per esempio pensione ai superstiti/di guerra/facoltativa), mentre è incompatibile con l’assegno sociale, la pensione di vecchiaia/anticipata e quella di inabilità.
L’ASDI non dà diritto né alla contribuzione figurativa né all’assegno al nucleo familiare ed è esente dall’Irpef.
L’importo è pari al 75% dell’ultima indennità Naspi, al lordo di eventuali decurtazioni derivanti dalla cumulabilità con redditi da lavoro. L’ASDI non può, comunque, essere superiore all’assegno sociale (per il 2015, 448,52 euro) variabile in aumento in funzione dei figli considerati a carico.

Circolare INPS n. 47 2016 ASDI

4 risposte a Assegno disoccupazione ASDI

  1. antonio says:

    Buongiorno, vorrei sapere se ci sono novità in merito alla mobilità in deroga per il periodo Agosto-Dicembre 2014. Mi è stato pagato nel 2015 il periodo Gennaio-Luglio 2014, ma ho diritto fino ad Agosto 2014. Bisogna fare una nuova domanada?
    Grazie

  2. lorenzo says:

    Concordo con Antonio, anche io ho la stessa problematica, mi spetterebbe fino ad ottobre … ci sono novità in merito a quel pagamento… bisogna fare domande??
    Grazie

  3. felice says:

    non sanno rispondere perche sanno che ci hanno derubati per i ministri ci sono i diritti acquisiti i nostri diritti li aboliscono anche in corso d’opera RIBBELLIAMOCI

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


8 + 1 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


Categorie
Archivi
Cerca:
sostieni-acli-parabita