Acli Parabita » Archive » Ammortizzatori sociali in deroga 2015: accordo Puglia
Acli Parabita

Ammortizzatori sociali in deroga 2015: accordo Puglia

La Regione Puglia ha pubblicato l’accordo per gli ammortizzatori sociali in deroga per l’anno 2015.


L’accordo è stato sottoscritto dalle parti sociali il 9/1/2015 e disciplina la concessione della cassa integrazione guadagni in deroga, mentre rinvia alle norme stabilite dal Decreto Interministeriale n. 83473 dell’1/8/2014 per la mobilità in deroga.

Sul tema è intervenuto l’Assessore Caroli con il seguente comunicato: “Il 18 dicembre 2014 ed il 9 gennaio 2015 sono stati firmati gli Accordi regionali relativi agli ammortizzatori sociali in deroga per le annualità 2014 e 2015. Si è chiuso così il lungo confronto tra la Regione Puglia ed il Governo nazionale, aperto da agosto dello scorso anno quando, attraverso un Decreto interministeriale, sono stati definiti i criteri di concessione degli ammortizzatori sociali in deroga alla vigente normativa. “Il decreto, pur se necessario per armonizzare i comportamenti delle diverse regioni, ha ridotto drasticamente le tutele per i lavoratori coinvolti dalla Cassa integrazione in deroga e per i soggetti esclusi dal mercato del lavoro tutelati con la mobilità in deroga – ha detto l’assessore al Lavoro, Leo Caroli, durante la conferenza stampa di presentazione degli accordi – Per queste ragioni la Regione Puglia e le parti sociali si sono radicalmente opposte a tutte le scelte dirette a fare cassa, a spese degli ultimi, con il taglio indiscriminato di prestazioni e trattamenti. “La Puglia – ha continuato Caroli – che aveva già provveduto nel corso del biennio 2013-2014 a scelte assai difficili per affrontare gli enormi tagli ai finanziamenti dei governi nazionali per gli ammortizzatori in deroga, è stata costretta ad operare in un contesto di scelte non condivise, quali l’allungamento del periodo di anzianità per accedere alla Cassa in deroga e la sostanziale cancellazione dell’istituto della mobilità in deroga. Tuttavia – ha proseguito l’assessore – abbiamo ottenuto un risultato importante e cioè di poter continuare ad applicare gli accordi regionali sulla mobilità in deroga sino alla data di entrata in vigore del decreto, garantendo così ai circa ottomila lavoratori ancora in mobilità in deroga al 31 dicembre 2013 il trattamento di mobilità sino al 31 luglio 2014, fermo restando il tetto massimo di 24 mesi per ciascun lavoratore. Questi lavoratori dovranno presentare apposita domanda all’Inps entro il 10 febbraio 2015. “Per tutti gli altri purtroppo – ha detto l’assessore regionale -le porte della mobilità in deroga sono state chiuse in quanto, come stabilito dal Governo, solo i lavoratori che non possono accedere ad analoghe prestazioni previste dalla normativa vigente, quali il trattamento di mobilità ordinaria, indennità Aspi, Miniaspi, indennità di disoccupazione agricola con requisiti ordinari e ridotti, potranno presentare nuove istanze per la durata massima di 10 mensilità per il 2014. “Quanto alla Cassa Integrazione in deroga, su cui pure si è abbattuta la scure del Governo, abbiamo ottenuto – ha informato Caroli – la garanzia di certezze per le imprese pugliesi e per i lavoratori coinvolti consentendo ai soggetti imprenditoriali interessati di poter presentare la domanda di Cassa con procedure quanto più snelle e rapide possibile ed assicurando, nelle more del rilascio della apposita procedura prevista dal decreto da parte dell’Inps, la possibilità di continuare ad utilizzare il sistema informativo della Regione. “In conclusione – ha quindi detto l’assessore al Lavoro della Regione Puglia – ribadisco l’impegno a riportare nella Conferenza delle Regioni quanto scritto nell’accordo con le parti sociali dello scorso 9 gennaio, circa la necessità di modificare le disposizioni interministeriali che eliminano, di fatto, la mobilità in deroga. Invece, il perdurare della crisi occupazionale richiede l’adozione di strumenti legislativi nazionali finalizzati alla protezione con un “reddito di ultima istanza” di quanti han perso il lavoro e non ne trovano di nuovo. Per queste ragioni la Puglia continuerà a supplire alle carenze statali con politiche regionali di sostegno al reddito, quali Lavoro minimo di cittadinanza, Cantieri di cittadinanza, Microcredito”.
Per mero errore materiale, nel testo dell’Accordo sottoscritto in data 9/1/2015 (punto 1.1), è stato riportato il riferimento alla flessibilità assicurata dall’art. 6, comma 3 del D.M. n. 83473 del 1/8/2014 (clausola del 5%), già previsto nell’Accordo del 18/12/2014.
Considerato che il decreto interministeriale n. 83473 prevede che la predetta flessibilità operi esclusivamente fino al 31/12/2014, si comunica che tale previsione deve intendersi in contrasto con il testo del citato D.M. e quindi non possa trovare applicazione.
Ne deriva che dall’1/1/2015 possono presentare istanza di cassa integrazione in deroga esclusivamente le imprese che rientrano nel campo di applicazione come definito dal decreto interministeriale n. 83473 del 1/8/2014.

Ammortizzatori Sociali in Deroga 2015 Puglia Accordo

198 risposte a Ammortizzatori sociali in deroga 2015: accordo Puglia

  1. rosita says:

    Cosa vuol dire? che anche chi ha concluso i 24 mesi di mobilità in deroga nel 2013 può presentare domanda di proroga?Grazie

  2. alebari86 says:

    Salve amici qualcuno di voi come.me non vede ancora la domanda sul portale inps??? Non la vedo sia in prestazioni sia su sostegno a reddito,cmq tengo a precisare che su sostegno a reddito anche le altre nn le go mai viste le vedevo direttamente in prestazioni ma questa nn la vedo ancora attendo vostre notizie grazie

  3. Cosimo says:

    Scusi allora noi che siamo stati esclusi nel 2013 potremmo presentare la domanda per la proroga 2014? Con questo accordo sembrerebbe di si

  4. Rita says:

    Anche io da foggia non visualizzo ancora la mia richiesta sul sito…
    Qualcuno sa dire il perché?

  5. andrea says:

    Salve gentile ACLI, VORREI SAPERE SE MIA MOGLIE AVENDO FINITO DI PERCEPIRE ASPI IL 22 NOVEMBRE 2014 HA DIRITTO ALLA MOBILITA IN DEROGA.
    GRAZIE

  6. andrea says:

    Ragazzi ho visto sul sito inps nella cassetta postale che l’inps mi ha inviato una lettera con oggetto
    assistenza fiscale – interruzione e incapienza

    Ma non ho capito bene cos’è, qualcuno potrebbe aiutarmi??

    • andrea says:

      Questo è quello riportato

      Gentile Signore,

      siamo spiacenti di comunicarLe che non è stato possibile recuperare, sugli emolumenti erogati dallInps fino a dicembre 2014, limporto delle imposte che Lei è tenuto a pagare in base alla Sua dichiarazione dei redditi del 2013, presentata con il modello 730/2014. Potrà effettuare il versamento delle somme a debito(con le modalità previste per i versamenti relativi alle dichiarazioni dei redditi delle persone fisiche),con scadenza gennaio 2015 e maggiorate dello 0,40 per cento mensile, presso una qualsiasi banca convenzionata o un ufficio postale, compilando il modulo F24. Le eventuali somme a credito possono essere portate in compensazione fino a concorrenza del debito, indicandole nel modulo F24. Le norme che regolano il conguaglio, sono contenute nella circolare dellAgenzia delle Entrate n. 14/E del 9 maggio 2013 (punto 9dellacircolare), confermata dalla risoluzione della stessa Agenzia n.57/E del 30 maggio 2014 (ultimo capoverso).I due provvedimenti sono reperibili nel sito agenzia entrate.
      Le somme a credito saranno certificate nel modello CUD e potranno essere portate nella prossima dichiarazione dei redditi. Le ricordiamo di segnalare, oltre al credito non rimborsato,anche leventuale importo utilizzato in compensazione. Le ricordiamo infine che, anche in caso di dichiarazione congiunta con il coniuge, i contribuenti sono tenuti a distinguere le proprie posizioni e, se necessario,compilare il modulo F24 singolarmente.

  7. vittorio says:

    Gentilissima ACLI,allora con il secondo ACCORDO del 09.01.2015,su gli accordi sulla

    mobilità in deroga,possiamo effettuare la domanda per percepire la proroga dei

    7 mesi + 3 mesi per l’anno 2014? Aspetto una vostra risposta.GRAZIE

  8. vittorio says:

    Buonasera Gent.ACLI,PERCHE’ NON RISPONDETE ALLE DOMANDE IN RIFERIMENTO ALL’ACCORDO

    DEL 09.01.2015,SULLA MOBILITA’ IN DEROGA ANNO 2015,SI APPLICHERANNO LE REGOLE DEL

    DECRETO LEGGE 01.08.2014,SULLA MOBILITA’ IN DEROGA O NO? ASPETTIAMO UNA RISPOSTA DA

    VOI.GRAZIE

  9. alex says:

    Salve acli una domanda, ho presentato la domanda di mobilità 2014 e presenta bal cento impiego, visto che mi spetta perché finisco i 24 mesi ad agosto 2014. Volevo sapere visto che molto probabilmente questo giorni verrò assunto c’è il rischio che mi bloccano i pagamenti dei restanti mesi che mi spettano? Grazie della risposta saluti alessandro.

  10. francesco1 says:

    acli volevo sapere io ho 52 anni ho fatto domanda di mobilita in deroga il 04/10/2012/ quanto mi aspetta di mobilita. lo presa fino a dicembre 2013….

  11. ANTONIA says:

    GENTILMENTE VORREI DELLE NOTIZIE IN MERITO ALLA DOMANDA DI MOBILITA’ IN DEROGA PRESENTATA PER IL 2014,TEMPI PER LA ISTRUTTORIA DELLA PRATICA ED IL PAGAMENTO.-GRAZIE PER LA RISPOSTA,.DISTINTI SALUTI.-

  12. mariano says:

    sono 60 giorni pero dipende anche de la regione de si parte dal giorno che lai presentato o dal 10 febbraio che e ultimo giorno pre presentare la domanda

  13. Alessandro says:

    Salve vorrei sapere io che nel 2013 sono stato escluso la potrò percepire grazie!!!

  14. bar81 says:

    Mi rivolgo alla gent.le ACLI o a chiunque del sito sia in grado di farmi chiarezza: da quanto capisco l’attuale proroga per la mobilità in deroga (gennaio-luglio 2014)può essere presentata solo da chi al 31-12-2013 non aveva ancora fatto 24 mesi di mobilità.Ora io personalmente il 31-12-2013 ho esattamente fatto 24 mesi sono pertanto escluso? quindi non posso presentare domanda?
    ma fatemi capire quel decreto(emanato ad AGOSTO) che invece parlava di altri 7+3 mesi per chi al 31-12-2013 aveva meno di 3 ANNI di mobilità è un ALTRO DECRETO??? GRAZIE in anticipo a chi mi aiuterà a fare chiarezza…

    • Se ha già completato i 24 mesi, è escluso. Il decreto ministeriale dava la possibilità alle Regioni di concedere la mobilità anche alle condizioni da Lei indicate (fino a 8 mesi anche per chi ne aveva usufruito per più di 3 anni), ma, appunto, avrebbero dovuto prevederlo le singole Regioni.

  15. mariano says:

    bar81 io o un amico che a finito come te e lui a fatto la domanda

  16. Carlo says:

    Per ACLI: a novembre 2014 mi è stata concessa la mini-aspi. Posso presentare come prima istanza di Mobilità in deroga il periodo gennaio-luglio 2014?

  17. Pasqua says:

    buona sera acli mi hanno chiamato per un corso di formazione la provincia di bari il primo incontro per il patto di servizio il giorno 18/11/2014 sempre tramite il centro per l’impiego per caso sapete quando ci sarà il secondo incontro e quando ci chiameranno per il corso di formazione in che mese grazie

  18. michele says:

    ma gli 80€ da quale mese vengono calcolati se ne abbiamo diritto

  19. salvo says:

    Gentilissima Acli,ho finito la mobilita’ in deroga a ottobre 2014,ho fatto domanda a gennaio 2015 per completare i 24 mesi che mi aspettano.Siccome ho saputo che la mobilita’ in deroga non la faranno piu’,ma che il 1 maggio entrera’ in vigore la Naspi,il nuovo sussidio per disoccupati,la mia domanda e’ questa:Rientro nell’ottica per usufruire di questo sussidio?Grazie.

    • rosita says:

      ma questa Naspi sarà valida per chi ha terminato i 24 mesi di mobilità in deroga anche nel 2013?

      • michele says:

        no!Cos’è e come funziona la NASPI 2015?
        E’ un assegno che spetta ai lavoratori in disoccupazione involontaria, quindi chiunque perderà il lavoro, avrà diritto ad un assegno di disoccupazione se avrà lavorato almeno 3 mesi. Per cui basta con i ferrei limiti dell’ASPI, contributi da almeno due anni e aver lavorato negli ultimi 12 mesi, e della mini Aspi 13 settimane di contribuzione nell’ultimo anno e avanti con la nuova Naspi 2015 anche per i precari e co.co.co. per i lavoratori che avranno versato almeno tre mesi di contributi.

      • No, sarà applicabile solo ai licenziamenti successivi alla sua entrata in vigore.

    • La Naspi sarà applicabile ai licenziamenti successivi all’1/5/2015.

  20. vittorio says:

    Ciao Mariano,come vedi la gentilissima ACLI risponde sempre,in modo molto confuso.

    Una volta,dice che l’accordo del 09.01.2015 non è molto chiaro,perchè lascia una

    ipotesi,residuale in seguito ad altre risposte dice il comunicato dell’Assessore

    Caroli è chiaro,non esiste più la Mobilità in deroga.Leggendo quelle poche righe

    che hanno dedicato alla Mobilità in deroga nell’accordo del 09.01.2015,non dice

    proprio,quello che dichiara il nostro Assessore.Lo dice il Decreto legge Interministeriale del 01.08.2014,che dal 01.01.2015,non si potrà più accedere alla

    mobilità in deroga,ma dice anche che per l’anno 2014,è concessa una ulteriore

    proroga di mesi 5+3 e 7+3 a secondo se un soggetto ha usufruito di più o meno

    dei 3 anni di mobilità in deroga.Anzi diro’ di più,per i lavoratori che hanno

    beneficiato per meno di 3 anni,il periodo puo’ comunque eccedere a 3 anni+5 mesi+3

    mesi ulteriori.Sempre il decreto dice,a decorrere dal 1 gennaio 2015 e fino al

    31.12.2016,il trattamento di mobilità in deroga alla vigente normativa non puo’

    essere concesso ai lavoratori che alla data di decorrenza del trattamento hanno

    già beneficiato di prestazioni di mobilitaà in deroga per almeno tre anni,anche non continuativi.Per i restantilavoratori il trattamento puo’ essere concesso per non

    più di 6 mesi + 2 mesi.Pertali lavoratori il periodo di fruizione complessivo non

    puo’ eccedere il limite massimo di 3 anni e 4 mesi.Dal 2017,non puo’ essere più

    concesso.Caro Assessore,questa è la legge.Mariano mi confermi tutto questo?

  21. vittorio says:

    Gentilissima ACLI,MI PIACEREBBE CHE ANCHE LEI SI ESPRIMESSE,SU L’ACCORDO DEL

    09.01.2015,SU MOBILITA’ IN DEROGA,MA SOPRATUTTO SU DECRETO INTERMINISTERIALE DEL

    01.08.2014,COSA NE DICE LEI,SU QUESTO DECRETO LEGGE CHE E’PER ME MOLTO CHIARO.

    ASPETTO CHE SI ESPRIME,AL GIUDIZIO,LEGGENDO ATTENTAMENTE ART.3 SU MOBILITA’IN DEROGA

    DECRETO INTERMINISTERIALE,E VARIE NOTE CHE IL GOVERNO CENTRALE HA INVIATO ALLA

    NOSTRA CARA REGIONE PUGLIA,CHE E’ ARRIVATA IN RITARDO DI UN ANNO HA RECEPIRE,

    RISPETTO ALLE ALTRE REGIONI D’ITALIA.

    • L’accordo, soprattutto a seguito delle dichiarazioni dell’Assessore, fa riferimento alle disposizioni del decreto, ma non fa alcun cenno alle possibilità di deroga che lo stesso decreto lascia alle singole Regioni. Ne consegue che le ipotesi di nuova concessione in Puglia saranno “residuali” come specificato nello stesso accordo, esattamente come, in realtà, già stabilito dagli accordi regionali a partire dal 2013, quando fu di fatto esclusa ogni ipotesi di prima concessione. Ci auguriamo, almeno questa volta, di non essere stati “come sempre molto confusi”.

  22. mariano says:

    Poletti lancia l’allarme pensioni: “Cambiare Fornero o problema sociale”
    Giuliano Poletti (lapresse)
    MILANO – ll governo scende in campo sulla riforma delle pensioni dopo il no della Corte costituzionale al referendum abrogativo proposto dalla Lega Nord. Sul tema è quindi intervenuto il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti secondo cui è necessario introdurre nella normativa previdenziale uno “strumento flessibile” che consenta a chi è vicino alla pensione e ha perso o rischia di perdere il lavoro di andare in pensione. Secondo il ministro in assenza di interventi sulla riforma Fornero rischiamo di avere “un problema sociale”.

    Sulla riforma della legge Fornero sulla previdenza – ha detto Poletti a margine di un convegno alla Luiss – “il tema è posto. Noi sappiamo che esiste un problema che riguarda in particolare quelle persone che sono vicine alla pensione e che nella situazione attuale di difficoltà hanno perso o possono perdere il posto di lavoro e non hanno la copertura di ammortizzatori sociali sufficiente fino a maturare la pensione. Credo che qui uno strumento flessibile che aiuti queste persone a raggiungere i requisiti bisognerà sicuramente produrlo perché diversamente avremo un problema sociale”.

    Poletti non ha anticipato quali potrebbero essere gli interventi del governo, ma alla domanda se l’ipotesi possa riguardare il prestito previdenziale, ovvero la possibilità di andare in pensione in anticipo avendo un piccolo taglio sulla pensione, ha detto che è una delle molte ipotesi allo studio. Proprio martedì scorso la Corte Costituzionale aveva dichiarato inammissibile il referendum per l’abrogazione della legge Fornero in materia di pensioni: il quesito era stata proposto dalla Lega Nord. Il governo, comunque, interverrà per modificare la riforma Fornero sulle pensioni solo dopo aver approvato i decreti di attuazione del Jobs Act.

  23. vittorio says:

    MARIANO,SE NELL’ACCORDO DEL 9 GENNAIO 2015,DICONO: E’ PRESO ATTO ALTRESI’CHE LE

    NUOVE REGOLE OPERATIVE ” SI APPLICANO A PARTIRE DALLA DATA DI ENTRATA IN VIGORE DEL

    DECRETO INTERMINISTERIALE n° 83473 e DUNQUE DAL 01.08.2014,RINVIANO ALLA DISCIPLINA

    DETTATA DAL CITATO DECRETO INTERMINISTERIALE,PER LA INDIVIDUAZIONE DELLE RESIDUE E

    SPORADICHE IPOTESI DI APPLICAZIONE DELL’ISTITUTO E DEI CASI IN CUI E’POSSIBILE

    PROPORRE LA DOMANDA ALL’INPS PER LA CONCESSIONE DEL BENEFICIO.

    PERTANTO CHI HA USUFRUITO PRIMA DEL DECRETO LEGGE MENO O PIU’DI TRE ANNI,DAL 02.08.14

    PUO’USUFRUIRE DI 5 MESI +3 O 7 MESI+3.PERTANTO SECONDO ME SI PUO’EFFETTUARE LA

    DOMANDA.TU CHE DICI?

  24. mariano says:

    tu vai al patronato e fai la domanda che il decreto del 9 /01/2015 viene contro a quello di prima tu mi poi anche chiamare al telefono 3205573587

  25. Cosimo says:

    Vittorio per me hai ragione il decreto d’agosto 2014 parla chiaro il ns assessore regionale Caroli lo vuole interpretare a modo suo, tu vai da un patronato e presenta la domanda di mobilità in caso te la respingeranno fai ricorso

  26. mariano says:

    Ammortizzatori in deroga: annunciato il rifinanziamento

    Importanti novità si segnalano sul fronte degli ammortizzatori sociali in deroga (cassa integrazione e mobilità).

    Il Governo infatti ha annunciato il rifinanziamento di tali ammortizzatori per il 2014, alla luce della permanente situazione di difficoltà dell’economia, delle aziende e dei lavoratori in esse impiegati; allo stesso tempo è stato firmato e pubblicato il decreto interministeriale che fissa nuovi criteri per la concessione degli ammortizzatori in deroga.
    Già da tempo si riscontravano, sia a livello nazionale che regionale, difficoltà nell’erogazione dei trattamenti di cassa integrazione e di mobilità in deroga in relazione agli accordi già sottoscritti; in diversi casi inoltre le Regioni dichiaravano l’impossibilità di stipulare nuovi accordi per l’utilizzo degli ammortizzatori in deroga a causa dell’esaurimento delle risorse.
    Di qui la decisione di CGIL CISL E UIL di assumere, nelle scorse settimane, iniziative di mobilitazione per sensibilizzare e convincere il Governo a rifinanziare gli ammortizzatori sociali.
    Il volume di risorse a disposizione per la cassa e la mobilità in deroga nel 2014 viene dunque portato a 1 miliardo e 720 milioni, con un incremento di 320 milioni rispetto a quanto già stanziato nella legge di stabilità 2014. Una parte significativa di questa dotazione, pari a circa 800 milioni, è stata utilizzata però per la copertura del 2013.
    Ciò significa, in altre parole che l’incremento di “fresco” di 320 milioni potrebbe essere comunque insufficiente a far fronte, di qui alla fine del 2014, a tutte le situazioni di difficoltà che si potranno presentare.
    Allo stesso modo riteniamo che non verranno risolti i problemi legati ai lunghi tempi di attesa per l’erogazione dei trattamenti di cassa a beneficio dei lavoratori interessati.
    Va tra le altre cose rilevato come una parte del finanziamento aggiuntivo agli ammortizzatori in deroga proverrà da un “prelievo” dalle risorse dei fondi interprofessionali per la formazione continua.

    Contemporaneamente si sono definiti i nuovi criteri per l’erogazione degli ammortizzatori in deroga.
    Il sito del Ministero del Lavoro (lavoro.gov.it) ha infatti pubblicato, in data 2 agosto 2014, il testo del Decreto interministeriale del 1 agosto 2014 n. 83473 (Ministero del Lavoro di concerto con il Ministero dell’Economia) che fissa i nuovi criteri ed è già operativo.
    Il decreto era di fatto preannunciato già da diversi mesi; il suo impianto prevede alcune importanti “differenze” rispetto a quanto si prospettava in precedenza, a cominciare dal fatto che i trattamenti di cassa in deroga per il 2014 potranno essere utilizzati entro il limite di 11 mesi (anziché di 8 mesi come inizialmente paventato).
    Complessivamente il decreto introduce comunque limiti più stringenti per l’utilizzo degli ammortizzatori in deroga (cassa e mobilità), nell’ottica di una riduzione delle risorse ad essi destinate e di una rimodulazione dell’assetto degli ammortizzatori sociali, alla luce di quanto già previsto dalla riforma Fornero (legge n. 92 del 28 giugno 2012) e dalla legge delega cosiddetta Jobs Act.
    Veniamo ora al dettaglio dei contenuti del decreto interministeriale.

    Cassa integrazione in deroga

    La cassa in deroga continua ad essere concessa o prorogata in caso di sospensione e/o riduzione di lavoro per contrazione o sospensione dell’attività produttiva per i lavoratori subordinati, compresi gli apprendisti e i lavoratori somministrati; cambia però il requisito soggettivo (cioè in capo al lavoratore) necessario per accedere al trattamento di cassa in deroga, in quanto si richiede un’anzianità lavorativa presso l’impresa di 12 mesi ( in luogo di 90 giorni) alla data di inizio del periodo di intervento di cassa (articolo 2, comma 1).
    Attenzione: tale requisito non si applica da subito, in quanto per il 2014 l’accesso al trattamento di cassa in deroga è subordinato ad un’anzianità lavorativa di almeno 8 mesi (articolo 6, comma 1, “disposizioni finali e transitorie”)
    La cassa in deroga inoltre non verrà più concessa in caso di cessazione dell’attività dell’impresa o di una parte di essa (articolo 2, comma 2).
    Per quanto concerne poi il perimetro di applicazione della cassa in deroga, il decreto specifica che potranno richiedere il trattamento “solo le imprese di cui all’articolo 2082 del codice civile” (articolo 2 comma 3); questa formulazione (che appunto è diversa rispetto a “datori di lavoro”) esclude ad esempio gli studi professionali e le associazioni dalla possibilità di utilizzare la cassa in deroga.
    Prima di accedere alla cassa in deroga, le imprese dovranno aver preventivamente utilizzato (come peraltro già richiesto per prassi in sede di Ministero del Lavoro) “gli strumenti ordinari di flessibilità, ivi inclusa la fruizione delle ferie residue” (articolo 2, comma 8).
    Infine viene fissato un limite alla durata massima del trattamento di cassa in deroga, sia per le aziende soggette alla disciplina della CIGO e della CIGS sia per quelle escluse; i limiti, da applicare “in relazione a ciascuna unità produttiva” (articolo 2, commi 9 e 10), sono i seguenti:
    • dal 1° gennaio 2014 al 31 dicembre 2014, per un massimo di 11 mesi nell’arco dell’anno;
    • dal 1° gennaio 2015 al 31 dicembre 2015, per un massimo di 5 mesi nell’arco dell’anno.

    Mobilità in deroga

    Il decreto prevede il contingentamento dei trattamenti di mobilità in deroga.
    Nel corso del 2014 (articolo 3, comma 4) la mobilità in deroga può essere concessa:
    • per i lavoratori che alla data di decorrenza del trattamento abbiano già beneficiato di prestazioni di mobilità in deroga per almeno 3 anni (anche non continuativi) per un periodo non superiore a 5 mesi nell’anno 2014 (compresi i periodi già concessi per effetto di accordi stipulati prima della data di entrata in vigore del decreto); tale limite è incrementato di ulteriori 3 mesi per i lavoratori residenti nelle aree di cui al d.P.R. n.218 del 6 marzo 1978;
    • per i lavoratori che alla data di decorrenza del trattamento abbiano già beneficiato di prestazioni di mobilità in deroga per un periodo inferiore a 3 anni il trattamento può essere concesso per ulteriori 7 mesi (non prorogabili); tale limite è incrementato di 3 mesi nel caso di lavoratori residenti nelle aree di cui al d.P.R. n.218 del 6 marzo 1978; per tali lavoratori il periodo di fruizione complessivo non può superare il periodo massimo di 3 anni e 5 mesi, più ulteriori 3 nel caso di lavoratori residenti nelle aree di cui al d.P.R. n.218 del 6 marzo 1978.
    Nel corso del 2015 e del 2016 (articolo 3, comma 5) la mobilità in deroga:
    • non può essere concessa ai lavoratori che alla data di decorrenza del trattamento hanno già beneficiato del trattamento di mobilità per almeno 3 anni (anche non continuativi);
    • per i restanti lavoratori può essere concessa per non più di 6 mesi (non ulteriormente prorogabili), più ulteriori 2 mesi nel caso di lavoratori residenti nelle aree di cui al d.P.R. n.218 del 6 marzo 1978; per tali lavoratori il periodo di fruizione complessivo non può comunque superare il limite massimo di 3 anni e 4 mesi.

    In linea con quanto previsto dalla riforma Fornero, il decreto (articolo 3, comma 6) conferma che dal 1° gennaio 2017 il trattamento di mobilità in deroga non verrà più concesso.

    Ultimo aspetto sul quale prestare attenzione sono le disposizioni finali e transitorie contenute nell’articolo 6 del decreto interministeriale.
    I contenuti del decreto si applicano agli accordi stipulati successivamente all’entrata in vigore del decreto stesso; è fatta salva però l’applicazione dei limiti di durata dei trattamenti di cassa e di mobilità, come sopra illustrati (articolo 2, commi 9 e 10 e articolo 3, commi 4 e 5) e la deroga, valida per il 2014, relativa al requisito soggettivo per l’accesso alla cassa in deroga (8 mesi di anzianità anziché 12).
    Infine si prevedono 2 possibili deroghe al sistema introdotto dal decreto:

    1. nel corso del 2014 e con effetti che non possono superare il 31/12/2014, entro il limite di 55 milioni di euro, il Ministero del Lavoro può concedere la proroga dei trattamenti di integrazione salariale e di mobilità concessi precedentemente alla data di entrata in vigore del decreto, anche in deroga agli articoli 2 e 3, a fronte di programmi di deindustrializzazione o riconversione di specifiche aree territoriali;
    2. nel corso del 2014 e con effetti che non possono superare il 31/12/2014, entro il limite di 70 milioni di euro, le Regioni e le Province autonome possono concedere trattamenti di integrazione salariale anche in deroga ai criteri dell’articolo 2 (cassa in deroga); tale disposizione potrebbe ad esempio far rientrare gli studi professionali tra i beneficiari della cassa in deroga, per quanto con risorse significativamente contingentate.

    Riteniamo che i contenuti del decreto ministeriale necessiteranno di chiarimenti aggiuntivi da parte del Ministero del Lavoro in fase di prima applicazione.

  27. domenico says:

    Purtroppo anche qui non dice chiaramente se il decreto fa riferimento già da gennaio2014 o da agosto2014. anche se nel secondo caso nessuno a agosto può avere più di 3 anni di mobilità in quanto già eliminati dal decreto che ha fatto la regione puglia. Acli dicci tu se è vero questo

    • Il decreto lasciava la possibilità alle Regioni di decidere in merito alle proroghe per chi avesse già usufruito della mobilità in deroga. Negli accordi non è presente alcun cenno a questa ipotesi per cui è evidente che non è stata applicata in Puglia. Le parole dell’Assessore, poi, non fanno altro che confermare che nessuna disposizione del genere è stata presa.

  28. profondo says:

    Quindi cosa ci consigliate di fare?siamo esclusi oppure consegniamo ugualmente.
    Io ho fatto 24 mesi di ordinaria dal 2008,poi proroga e nel 2014 sostegno al reddito con i corsi regionali.

  29. vittorio says:

    buongiorno ACLI,grazie per la risposta,ma mi deve perdonare,vorrei essere spiegato da
    voi,cosa si capisce dell’accordo del 09.01.2015:
    LE PARTI,PRESO ATTO DELLA RISPOSTA DEL MINISTERO DEL LAVORO,7065 DEL 11.12.2014,ALLE NUMEROSE RICHIESTE DI CHIARIMENTI AVANZATE DALLA REGIONE PUGLIA E DELLE PARTI SOCIALI SUL CONTROVERSO TESTO DEL DECRETO INTERMINISTERIALE n 83473 DEL 01.08.2014,E PRESO ATTO ALTRESI CHE LE NUOVE REGOLE OPERATIVE” SI APPLICANO A PARTIRE DALLA DATA DI ENTRATA IN VIGORE DEL DECRETO INTERMINISTERIALE n 83473 E DUNQUE DAL 01.08.2014.RINVIANO ALLA DISCIPLINA DETTATA DAL CITATO DECRETO INTERMINISTERIALE PER LA INDIVIDUAZIONE DELLE RESIDUE E SPORADIHE IPOTESI DI APPLICAZIONE DELL’ISTITUTO E DEI CASI IN CUI E’POSSIBILE PROPORRE DOMANDA ALL’INPS PER LA CONCESSIONE DEL BENEFICIO.GENTILMENTE,MI TRADUCETE IN ITALIANO,COSA VUOL DIRE TUTTO QUESTO? E COSA INTENDETE VOI PER RESIDUALI,PERCHE’ TANTA GENTE NON CAPISCE.ASPETTO UNA TRADUZIONE AL PIU’PRESTO,COMUNQUE IO CHE HO USUFRUITO SOLO DI 24 MESI HO FATTO DOMANDA PER 7 MESI +3.ASPETTO LA RISPOSTA DALL’INPS,E CON IL MIO LEGALE SIAMO PRONTI ALL’EVENTUALE RICORSO.Saluto il mio amico Mariano e Cosimo,andiamo avanti.

    • Innanzi tutto, ci teniamo a precisare che il termine “residuali” è stato usato dall’Assessore Caroli e non da noi. Il testo riportato significa che la mobilità in deroga viene concessa, in parole povere, solo a chi non ha usufruito e non può usufruire di altro tipo di ammortizzatore sociale. E’ evidente che i casi in cui può essere concessa sono pochissimi (residuali, appunto).

  30. Silvia says:

    Salve, vorrei capire, io ho iniziato la mia mobilità ordinaria ad agosto 2009, l’ho traslata lavorando con vari contratti a termine fino ad agosto 2013. Pur avendo fatto domanda di mobilità in deroga non mi è stato concesso alcun sostegno al reddito(per la serie che chi si dà da fare lavorando ha le porte sbattute in faccia, gli altri hanno avuto il pacche completo, mobilità ord, in deroga e sostegno al reddito con i corsi), in pratica ho usufruito solo di mobilità ordinaria.
    Vorrei sapere oggi posso rientrate in mobilità in deroga con il nuovo decreto Caroli?

  31. vittorio says:

    BUONGIORNO ACLI,VISTO CHE NON MI HA RISPOSTO ALLA PRECEDENTE EMAIL,LE FACCIO UNA
    ULTERIORE DOMANDA.
    LEI DICE CHE IL DECRETO INTERMINISTERIALE,LASCIAVA COMUNQUE ALLA REGIONI,LA FACOLTA’NELLE DECISIONI,PER CONCEDERE LE PROROGHE PER LA MOBILITA’ IN DEROGA ANNO 2014.
    MI SPIEGA,PERCHE’ AL CONTRARIO DELL’ACCORDO DEL 18.12.2014,DOVE SONO ABBASTANZA CHIARI SUGLI AVENTI DIRITTO ALLA MOBILITA’ IN DEROGA ANNO 2014,RIFACENDOSI AI PRECEDENTI ACCORDI SINO AL 31.12.2013,MENTRE NELL’ACCORDO DEL 09.01.2015,PARLANO DI RESIDUE E SPORADICHE IPOTESI DI APPLICAZIONE DELL’ISTITUTO E DEI CASI IN CUI è POSSIBILE PROPORRE DOMANDA ALL’INPS PER LA CONCESSIONE DEL BENEFICIO.MI SPIEGA COSA
    SIGNIFICA TUTTO CIO’? PERCHE’ NON SONO STATI CHIARI,ANCHE IN QUESTO ACCORDO CHE NON VI ERA NESSUNA POSSIBILITA’DI PRESENTAZIONE DI DOMANDA PER LA PROROGA DELLA MOBILITA’ IN DEROGA.ASPETTO VOSTRE RISPOSTE GRAZIE

  32. vale says:

    Michela all’INPS la mia domanda risulta telematicamente inviata con tutti i requisiti richiesti ed è in fase di trasferimento.
    IL CENTRO X IMPIEGO ti ha rilasciato una ricevuta in DATA di attivazione domanda?
    Se la tua posizione occupazionale non è variata dalla tua prima domanda di mobilità e
    Stai facendo dei corsi x le politiche di reimpiego,
    NON PROBLEM ciao alla prssma

    • alebari86 says:

      Scusa vale che cos e questa attivazione della domanda io sono andato al centro impiego hanno inserito nel computer per poi darmi.una ricevuta nn capisco questa attivazione della.domanda cosa.sia

    • michela says:

      Ciao vale.no la mia posizione lavorativa nn e’cambiata e sto facendo i corsi.ok speriamo bene.grazie

    • michela says:

      Scusami vale ma a te te l hanno rilasciata la ricevuta.a me hanno fatto solo il patto di servizio e basta.sono andata l ennesima volta all ufficio dell impiego e hanno detto ke loro nn devono rilasciare nessuna ricevuta.nn ci capisco piu niente.se qualcuno puo darmi spiegazioni!

  33. alebari86 says:

    Gentilissimi vi chiedo una gentilezza ho fatto la proroga di mobilità in deroga sono andato al centro impiego a consegnare il tutto mi danno la ricevuta senza mettermi il timbro le chiedo il motivo mi dicono che timbri qui nn se ne usano più allora mi mette una sigla di questo episodio ho un dubbio atroce attendo vostre notizie

    • ferdinando says:

      Ciao a tutti, vorrei sapere se c’è qualcuno di Andria che vede dal sito inps che la pratica della domanda di mobilità in deroga è stata lavorata? Grazie per la risposta. Ferdy

  34. manduria says:

    Sera a tutti,
    a me il centro per l’impiego mi ha rilasciato un foglio di DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE con loro timbro e firma e sul sito personale INPS vedo la mia domanda sul fascicolo previdenziale del cittadino alla voce prestazione ecc….

  35. ferdy says:

    Qualcuno di Andria vede la domanda di mobilità in deroga lavorata, dal sito dell’inps? Ciao Ferdy

  36. CARLO says:

    Buongiorno ACLI, avrei bisogno di una delucidazione.
    RAGGINTO I 24 MESI DI MOBILITA AD APRILE 2014.SARO’ PAGATO PER 7 MESI O 4?
    GRAZIE

  37. vale says:

    Michela la mia ricevuta dimostra solo la presentazione domanda in data termini dei 8 giorni x il resto stessa procedura
    sei unica di Molfetta … CIAO TRANQUILLA

  38. liliana says:

    scusi volevo sapere se io potevo fare domanda di mobilità in deroga visto che l’ho percepita per un anno solo il 2012 e poi nel 2013 non ho fatto la domanda.
    Grazie

  39. vittorio says:

    buona sera Gent.ACLI,aspetto una risposta da voi.Quando rispondete il 25.01.2015

    ” LE CONCESSIONI SARANNO IN PUGLIA ” RESIDUALI”,mi spiegate cosa significa,per voi?

    aspetto una vostra interpretazione,a tale vostra considerazione.

  40. vincent says:

    salve acli,vorrei sapere se ho fatto bene a far la domanda mobilita in deroga 2015, e se avrò diritto. perckè quella del 2013 non fu accettata, xke escluso, e quindi ho fatto il corso sostegno al reddito nel 2014.grazie

  41. Francesco says:

    Salve acli avrei una domanda abbiamo fatto la domanda agli inizi di gennaio. Ora saprete dirci i pagamenti quando inizieranno piú o meno. Grazie ACLI…

  42. vincenzo says:

    ciao patrizia, di dove 6? tu lhai fatta la domanda? io gia son stato escluso…

  43. Davide says:

    Buongiorno a tutti voi sapete qualcosa di quando incomincieranno a pagare questi 7 mesi di mobilità

  44. vittorio says:

    BUONGIORNO ACLI,VI VOLEVO RINGRAZIARE PER I CHIARIMENTI CHE MI AVETE DATO,MA ALLORA

    DOVETE RISPONDERE A NOI INTERLOCUTORI,CHE E’ COLPA DELLA NOSTRA REGIONE PUGLIA E

    NELLA PERSONA DOTT.LEO CAROLI,NOSTRO ASSESSORE,CHE NON HA VOLUTO CONCEDERE NESSUNA

    PROROGA,PER NOI ESCLUSI INQUANTO GIA’PERCETTORI DI 24 MESI DI MOBILITA’ IN DEROGA.

    AL CONTRARIO DI COME DICEVA IL DECRETO INTERMINISTERIALE DEL 01.08.2014,CHE LASCIAVA

    OGNI DECISIONE AD OGNI SINGOLA REGIONE,A PROSEGUIRE E CONCEDERE L’ULTIMA PROROGA.

    QUESTO L’HO DOVETE DIRE GENT.ACLI,DATO CHE RISPONDETE SEMPRE,CHE IL GOVERNO CENTRALE

    AVEVA DATO LA POSSIBILITA’DECISIONALE,ALLE SINGOLE REGIONI.LO DOVETE DIRE CHIARA

    MENTE,CHE LA REGIONE PUGLIA,CI HA ABBANDONATO.LO SA PERCHE’,TUTTI NOI DOBBIAMO

    SAPERE CHE TRA UN PO’ CI SARANNO LE ELEZIONI REGIONALI,HA CAPITO………….

    CARI,AMICI ADESSO ABBIAMO LA POSSIBILITA’, DI FAR CAPIRE AI NOSTRI POLITICI,CHE

    NOI CI SIAMO,SOLO COSI’SI RENDERANNO CONTO,CHE PERSONE CON OLTRE 50 ANNI NON SI

    ABBANDONANO.GENTILISSIMA ACLI,VI PREGO DI RIPORTARE QUESTO MESSAGGIO AL NOSTRO

    CARO ASSESSORE LEO CAROLI E COMPANY.

  45. Vito says:

    Vito-Salve ACLI Ho finito l’aspi novembre 2014 di 1 anno , nel 2013 sono stato 4 mesi in CIG e in mobilità dopo, sono stato licenziato per mancanza di soldi da parte della azienda che non pagava i lavoratori da 6 mei.adesso potrebbe spetarmi qualcosa per vivere (ho 53 anni e 37 di contributi versati).
    Mi date una risposta
    Grazie

  46. MIMMO says:

    dottor acli ma la social card è solo x alcune regioni e comuni ho sbaglio?martina franca si puo fare la domanda??grz

  47. MIMMO says:

    mariano puoi darmi di nuovo il tuo numero x favore?

  48. Giovanna says:

    Buongiorno Acli avendo raggiunto i 24 mesi a gennaio 2014 sarò pagata per 7 mesi o per 4 ?
    Grazie

  49. Vincenzo says:

    Salve Acli, vorrei dei chiarimenti riguardo la mia situazione di disoccupato.
    Tutto il 2013 sono stato in disoccupazione ordinario (aspi), finita la disoccupazione ho presentato la domanda di mobilità in deroga a Gennaio 2014, per tutto il periodo non sono mai stato occupato fino ad oggi.
    Ho ripresentato domanda ripresentato domanda il 2/02/2015.
    Quindi la mobilità in deroga del 2014 mi deve essere liquidata?
    Per il 2015 mi spetta la proroga?
    Distinti saluti

  50. ltoto says:

    Appena chiamato in regione ,autorizzato INPS Casarano finalmente fra poco si respira

  51. michele says:

    scusate il numero della regione grazie

  52. w. says:

    Scusate per favore cè qualcuno che mi può dire perchè non vedo la domanda da nessuna parte inps appartenenza gioia del colle.

  53. michele says:

    HO APPENA CHIAMATO IN REGIONE AL NUM 0805405485 E SONO STATO AUTORIZZATO MA MI HA DETTO CHE NON SONO STATE MANDATE ALLE SEDI INPS E LO FARANNO NEI PROSSIMI GIORNI INPS DI MANDURIA
    SPERIAMO CU SI MANESCIUNU

  54. w. says:

    Abbiamo capito che siete stati autorizzati auguri, ma una risposta si può anche dare e che diamine…….

  55. annalisa1 says:

    Buongiorno a tutti, io ho fatto la domanda il 3 febbraio, risulta trasferita alla sede e completata il 9 febbraio. Sono di Lecce, potrebbe significare che il nominativo è stato trasmesso in regione? per aiutarci chi è stato autorizzato scriva anche la data della domanda.

  56. mariano says:

    sono stato autorizzato lucera provincia di foggia

  57. michele says:

    qualcuno che e stato autorizzato vede aggiornato il sito inps?io ancora niente

  58. vale says:

    x informazione vedo domanda mobilità – COMPLETATA -in data 12/2/015
    - Domanda presentata il 29/12/014
    distinti saluti a tti e un ciao a Mariano di FOGGIA

  59. mariano says:

    e presto a vedere i aggiornamenti sul sito inps sicuramente alla prossima settimana . ciao Vale

  60. rita says:

    Evvivaaaaaaa………..
    appena ricevuta risposta dalla regione che il mio nominativo è stato autorizzato ……….
    INPS di FOGGIA

  61. mariano says:

    Ammortizzatori sociali in deroga: focus sul decreto del 1° agosto 2014
    Immagine associata al documento: Ammortizzatori sociali in deroga: focus sul decreto del 1° agosto 2014 Sull’ultimo numero di “QT – quaderni di Tecnostruttura” è stato pubblicato un “focus” sugli “ammortizzatori sociali in deroga”, con particolare riferimento alle novità introdotte dal decreto interministeriale del 1° agosto 2014.
    Nella rubrica dedicata agli “Approfondimenti” l’attenzione è invece centrata su “DURC irregolare e intervento sostitutivo della pubblica amministrazione”.
    Infine nello spazio dedicato alle esperienze un articolo dedicato alla semplificazione dei costi nel Fse. On line l’indice completo dell’ultimo numero della rivista on line.[...]

    Vai al sito web –

    Data Pubblicazione sul portale: 18 Febbraio 2015
    Fonte: Regioni.it – Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome
    Aree Tematiche: Sistema Puglia, Lavoro, Area Politiche per lo Sviluppo
    Redazione: Redazione Sistema Puglia
    Letto: 18 volte

  62. Davide says:

    Ragazzi ho appena telefonato alla regione e la mia domanda è stata autorizzata con il numero decreto 139 ora giro la domanda al sig.Acli quando tempo passa dall’ autorizzazione al pagamento.grazie anticipatamente per la risposta

  63. mariano says:

    che provincie sei?

  64. Davide says:

    Di taranto

  65. claudia says:

    Gentilissima acli,
    io ho fatto la mobilità ordinaria per 2 anni dal 2009-2011,poi un anno di deroga nel 2012 e dopo i corsi nel 2014 ora la mia domanda ho diritto a questa nuova domanda di mobilità in deroga del 2015?la domanda l’ho fatta ma non riesco a capire chi ha diritto e chi no,chi dice una cosa e chi un’altra se mi può chiarire Lei su questa mia domanda la ringrazio anticipatamente….grazie saluti claudia

    • michele says:

      ciao claudia mi dispiace ma non hai diritto perche tu nel 2014 hai fatto i corsi di formazione e questa domanda che abbiamo presentato si riferisce da gennaio a luglio 2014 per chi era in mobilita fino al 31 dicembre 2013

    • Nel 2015, ha diritto alla mobilità in deroga solo chi, a seguito di licenziamento, non ha accesso a nessun altro ammortizzatore sociale.

  66. claudia says:

    Ciao michele,
    grazie per la tua risposta.Senti e chi e stato in mobilità ordinaria dal 2009 al 2012 senza aver percepito nessuna mobilità in deroga ha diritto?Avendo fatto i corsi nel 2014….allora per noi non ci sarà più niente?grazie michele…

  67. Pasqua says:

    buon giorno acli volevo sapere visto che devono togliere la mobilità in deroga ma chi la sempre percepita da molti anni che succede dopo tolta la mobilità in deroga grazie e a presto

  68. mariano says:

    buona sera ce qualcuno di provincia di foggia che vede tutto aggiornato Rita tu ci sei

  69. felice says:

    mi scusi acli io finivo i 24 mesi di mobilita in deroga ad ottobre 2014 premesso che mi pagheranno fino a luglio per i mesi restanti poi si fara altra domanda? Grazie

  70. rosanna says:

    Vorrei capire una cosa…un mio amico ha percepito la mobilità fino a dicembre 2013 e ha fatto i corsi da ottobre a dicembre 2014. Ha chiamato alla regione ed è stato anche autorizzato alla mobilità 2014.
    ..è normale?????

  71. Pasqua says:

    buona sera acli sarò breve volevo sapere se ce una possibilità di rientrare in mobilità in deroga visto che nel gennaio 2012 ho saltato una domanda per la mobilità in deroga a distanza di 3 anni volevo sapere se ce qualcuno che mi può aiutare grazie

  72. gigi says:

    sul sito INPS hanno modificato il portale per vedere tutte le richieste presentate e non so come fare. Chi mi può gentilmente aiutare? Grazie.

  73. giuseppeta says:

    Domanda proroga gennaio luglio 2014 accolta e completata estratto conto contributivo aggiornato ancora niente pagamento presentata 8/01/2015 provincia Taranto speriamo bene per tutti noi

  74. ANTONIA says:

    COME MAI SONO DUE GIORNI CHE LA REGIONE PUGLIA NON RISPONDE.-GRAZIE.-SALUTI.-

  75. michele says:

    estratto conto contributivo aggiornato al 31/07/2014 adesso aspettiamo che aggiornano il pagamento

  76. mariano says:

    Linea diretta mobilità in deroga. Sospensione del servizio i giorni 24 e 25 febbraio 2015
    Immagine associata al documento: Linea diretta mobilità in deroga. Sospensione del servizio i giorni 24 e 25 febbraio 2015 Si comunica che il servizio Linea diretta mobilità in deroga verrà SOSPESO i giorni 24 e 25 febbraio 2015. –

    Data Pubblicazione sul portale: 24 Febbraio 2015
    Aree Tematiche: Lavoro, Sistema Puglia, Area Politiche per lo Sviluppo
    Redazione: Redazione Sistema Puglia
    Letto: 16 volte

  77. Pasqua says:

    buongiorno acli proprio stamattina ho visto sul portale dell’inps che sono fuori dalla mobilità in deroga per la legge 223 del 91 non capisco di legge ma cosa vuol dire grazie

  78. manduria says:

    Inps di Manduria pagato!

  79. manduria says:

    Michè sò io, hanno pagato!

  80. manduria says:

    Per Michele mi chiami per favore al cell.

  81. manduria says:

    Michele grazie per la data del pagamento.
    Dove hai visto?
    Io una volta sul sito la vedevo ma poi hanno modificato….!

  82. giuseppeta says:

    Vedo pagamento 202 giorni 4300 euro meno 1100 euro di trattenute IRPEF 80 euro di Renzi niente stato vergogna questi soldi serviranno per pagare i prestiti fatti da amici e parenti meglio di niente un in bocca a lupo a tutti e teniamoci sempre aggiornato non perdiamoci di vista l’unione fa la forza

  83. tonino says:

    Buongiorno a tutti qualche novità per quanto riguarda i pagamenti provincia di brindisi?

  84. tonino says:

    Lo stesso io Gianfranco però alla regione mi hanno detto che sono stato autorizzato con determina n.139

  85. michele says:

    x acli ma gli 80€ di renzi come possiamo verificare se ci sono stati dati?

  86. claudio says:

    qualcuno di bari e provincia e’ stato autorizzato?

  87. pio says:

    Foggia…autorizzato decreto 239 ma reiezione in istruttoria e ancor non faccio 24 mesi

  88. Francesco says:

    Buona sera, visto che qualcuno è stato autorizzato con determina n.139 dove è possibile vedere questo elenco?

  89. mariano says:

    ancora no pubblica le liste anche io sono con la determina 139 in provincia di foggia e sono stato autorizzato il 13 febbraio e ancora non vedo niente

  90. buona sera vorei sapare quale inps gia via pagato. perche io non vedo nesun pagamento e nesune liste con i nominativi. se mi fate sapere dove anno fatto questi pagamenti……grazie

  91. claudio says:

    VALE MA SEI STATA AUTORIZZATA?ANCHE A ME RISULTA COMPLETATA IN DATA 12/2/15 E TRASFERITA ALLA SEDE.

  92. mariano says:

    io cosi la vedo per niente di novita e sono stato anche autorizzato il 13 febbraio pero vedo che inps foggia dorme
    FASI / ATTIVITA’
    Descrizione Data Inizio Data Fine Esito
    Fase
    ISTRUTTORIA IN PRIMA ISTANZA 22/1/2015
    Attività
    ACQUISIZIONE 22/1/2015 22/1/2015 COMPLETATA

  93. Francesco says:

    Salve acli vorrei sapere una cosa, stanno già dando le autorizzazioni per i pagamenti 2014…Se si sul sito del’inps come deve star scritto ISTRUTTORIA PRIMA ISTANZA non c’è sritto niente invece su ACQUISIZIONE c’è scritto completata cosa vuol dire…Grazie ACLI…

  94. anna says:

    buon giorno acli..chiedo informazioni riguardanti la mobilita’ in deroga…mio marito termina la aspi il 7 marzo..potra’ fare domanda di mobilita’ in deroga per l’anno 2015

  95. Davide says:

    Oggi ragazzi vedo pagamento determina139 versamento in banca giorno 3 marzo statte provincia di Taranto tanti auguri a tutti voi ci risentiamo

  96. Francesco says:

    Scusa Davide ci puoi dire il sito dove hai visto l’elenco degli ammessi grazie… Ci metti il link 2…

  97. Davide says:

    Ciao Francesco io la settimana scorsa ho telefonato in regione che mi avevano detto che ero stato autorizzato con il numero di determina è oggi ho visto che era stato aggiornato l estratto contributivo ho telefonato alla imps sede di Roma è mi hanno detto che i soldi saranno accreditati giorno 3marzo sul mio conto.

  98. Davide says:

    Se vuoi chiamami per chiarimenti 320 0781318 Davide

  99. Francesco says:

    Grazie Davide sei stato gentilissimo e Chiarissimo…

  100. Francesco Nearme says:

    Essendo stato licenziato a novembre 2012, vorrei sapere se avrò diritto al nuovo ammortizzatore NASPI, che da quel che leggo spetterebbe a chi ha lavorato nei quattro anni precedenti. Siccome la NASPI partirebbe da maggio potrei aver diritto? oppure dopo aver perso la possibilità della mobilità in deroga ho perso anche la NASPI?
    Ringrazio anticipatamente.

  101. giuseppeta says:

    Acli Ma per noi che abbiamo terminato la mobilità in deroga c’è qualche altro tipo di ammortizzatori sociali

  102. davide says:

    buongiorno a tutti vorrei farvi una domanda siccome a me scadevano i 24 mesi a dicembre 2014 la mobilita in deroga secondo voi ci sara un altra proroga con le leggi che hanno messo adesso fatemi sapere qualcosa grazie è buona domenica

  103. Anna says:

    Gent.le ACLI’

    ho perso il lavoro da pochi giorni e con tutte queste riforme e cambi di sigle, non so più quale sussidio chiedere: ASPI, Mini Aspi, Naspi e altro ancora. Potete darmi una mano? GRazie!

  104. giuseppeta says:

    Sul sito inps dal 25 risulta pagamento ma ancora ad oggi il conto è vuoto ma….

  105. anna77 says:

    Buon pomeriggio a tutti! A chi di voi risulta il pagamento sono indicati i giorni corretti o di meno? A me risultano 114 gg solo e da gennaio a luglio ne sarebbero di più!

  106. Rita says:

    Spett.le Acli perché su tutte le mie richieste di mobilità c’è scritto reiezione ma regolarmente autorizzate dalla regione e pagate dall’inps?

  107. Giovanni says:

    Spettale Acli, vorrei sapere se tra gli accordi presi in merito di ammortizzatori sociali in deroga viene inclusa anche la disoccupazione ASPI, Grazie

  108. Francesco says:

    Buongiorno. Sono attualmente collocato in mobilità ordinaria per 48 mesi in quanto avevo più di 50 anni di età al momento della collocazione. Tra pochi mesi finirà tale prestazione. Ho diritto alla mobilità in deroga? E se si, per quanto tempo? Grazie mille e cordialità.

  109. Angela says:

    Salve volevo sapere se posso avere diritto alla mobilita’ in deroga avendo terminato,dopo 2 anni la mobilita’ ordinaria il 23 ottobre 2014.Grazie

  110. giuseppe ta says:

    sig. acli come gia detto qualche tempo fa ho terminato i 24 mesi di mobilita in deroga mi sa rispondere se c’e possibilita di qualche altro ammortizzatore socila grazie mille

  111. fieramosca669 says:

    ROMA

    Il Governo prova a tamponare l’emergenza sussidi in deroga, e sta per sbloccare 478,7 milioni di euro per riprendere a pagare le prestazioni, in alcuni territori ferme ormai dai mesi di luglio-agosto.

    Il ministero del Lavoro ha predisposto il decreto con il riparto, regione per regione, della somma (l’ultima tranche degli 1,7 miliardi
    Claudio Tucci – Il Sole 24 Ore – leggi su http://24o.it/59QW4D

  112. claudio says:

    bar81 ma la domanda di mobilita in deroga secondo il decreto del 1/8/2014 l’hai fatta? ti risulta nel sito inps?io sono nelle tue stesse condizioni e la domanda risulta trasferita alla sede.acli ci sono speranze?

  113. maria lecce says:

    GENT.ACLI
    HO UN CONTRATTO DI LAVORO A TEMPO INDETERMINATO, MA LAVORO DA OTTOBRE A MAGGIO. A MAGGIO IL DATORE DI LAVORO MI DA UN DOCUMENTO KE ATTESTA LA SOSPENSIONE LAVORATIVA DAL 1 GIUGNO AL 30 SETTEMBRE. HO DIRITTO A FARE DOMANDA DI DISOCCUPAZIONE ASPI PER LAVORATORI SOSPESI? (L.92/2012, ARTICOLO 3, COMMA 17). IN VIA SPERIMENTALE CE QUESTO ACCORDO PER GLI ANNI 2013-2015. ATTENDO RISPOSTA. GRAZIE

  114. massimo says:

    salve acli vorrei sapere io ho preso 24 mesi ad ottobre 2014 ho fatto la proroga mi dovrebbero spettare tre anni e 4 mesi avendo l art 16 223 1991 grazie

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


6 − 2 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


Categorie
Archivi
Cerca:
sostieni-acli-parabita